La moda giapponese: multistile

Questo è un pezzo che ho appena finito di scrivere per un nuovo conrcorso di vogue... non ne sono molto soddisfatta, ma avendo a disposizione solo mille battute ho cercato di presentare in modo superficiale, ma completo la visione che io ho della moda giapponese! 

Quando pensiamo al Giappone immaginiamo un mondo lontanissimo per la mentalità, lo stile, la storia e la moda. E’ un popolo rivoluzionario, a partire dagli stilisti, come Rei Kawakubo, Kenzo e Yohji Yamamoto, per citarne qualcuno, che hanno innovato le forme, i tessuti e le linee occidentali. E’ uno stile che nasconde i riferimenti sessuali, apocalittico, che tende a ricoprire i volti delle donne. Il popolo giapponese è un popolo che non può essere catalogato, ma è multistile. Troviamo una parte di questo occidentalizzato, una parte fedele alla tradizione giapponese che indossa i suoi indumenti tipici , quali il kimono e l’haori. E una parte in continuo mutamento con i vari stili che i giapponesi hanno per esternare se stessi: Gothic LOLITA, Gothic Aristocatic, Ganguro e Cosplay. Tutti presentano donne e uomini in maniera estremizzata o nella femminilità, o nel trucco, o nei colori dal pastello al nero. Il Giappone è contemporaneamente distanti anni luce da noi e attaccato a noi!

 

Scrivi commento

Commenti: 0