I miei pezzi!

Quando la moda diventa magia: Giambattista Valli!

“C’era una volta…” tutte le favole iniziano così. Crescendo si scopre che le favole non esistono e che, alla fine, il principe non si sposa mai con la principessa. Alcune volte, però, è proprio la realtà a sorprenderci, presentandoci di fronte agli occhi una delle favole più belle che esistano, nata dalla sola mano dell’uomo. La sensazione di essere in una favole è proprio la magia che si prova indossando, ma anche solo osservando, un abito di Giambattista Valli.

Stilista italiano, nato a Roma, Giambattista Valli ha lavorato con personaggi notissimi come Roberto Cappucci, Fendi, Krizia ed Emanuel Ungaro, prima di creare il proprio marchio nel 2005.

Ed è proprio questo l’anno in cui la magia della sua mano si è presentata ufficialmente al mondo intero con abiti dalle linee pulite, geometrie e strutture particolari e ricercate, aggressive, ma raffinate, arricchiti da stoffe in rilievo, drappeggi e dettagli unici.
Non c’è magia senza bacchetta magica, così come non c’è Giambattista Valli senza piume, fiocchi, chiffon, pailettes, stampe animalier, floreali e fantasiose, movimenti di volume e particolari ricercati. Sentirsi come una principessa all’interno di piume di struzzo, colli particolari e spalle e maniche che emergono mostrandosi in tutta la loro dirompente ricercatezza.

Unica come poche è la donna vestita GBV, elegante e femminile, ribelle, che ama mostrarsi al mondo intero senza paura delle trasparenze, ma che non cade mai nell’eccesso.

C’è una linea sottile che contraddistingue la magia dall’irrealtà, e forse Giambattista Valli è uno dei pochi stilisti che riesce a non superarla, mostrando una donna che non passa mai inosservata, che non si confonde, sexy, ma che non diventa mai volgare. Chiudi gli occhi, indossa l’abito scelto e quando li riaprirai allo specchio non vedrai più una donna qualsiasi, ma una signora, che osa, rimanendo una perfezione dello stile classico, arricchita da particolari e accessori moderni.

“ Mi piacerebbe arrivare a costruire uno stile talmente prezioso da poter ispirare il più grande numero di donne possibile, creare, cioè, quell’attitudine singolare che faccia dire di un modello. Questo è un Valli, persino quando non lo è…” questa una delle citazioni dello stilista, ma guardando i suoi abiti possiamo sicuramente dimostrare che il suo obbiettivo è stato decisamente oltrepassato, infatti possiamo certamente affermare che lo stile di GBV è inconfondibile.

Una donna bendata, che tocca un abito in pizzo, in tulle, in seta, in cachemire, un mini vestito, un abito a palloncino, ma anche solo sfiorando un semplice particolare dello stesso non riuscirebbe mai a confondere il bon ton che contraddistingue gli abiti di GBV  con un qualsiasi altro stilista. Una donna in GBV è una donna che lascia senza parole l’universo intero, che lo incanta e, come per magia, lo attrae immediatamente a sé, con i suoi accostamenti bianco-nero, i colori pastello, il giallo l’arancione, l’azzurro, il rosso, il blu, il rosa e i nude look.

Osservalo e ti innamorerai: è questo la magia che creano i suoi abiti, non a caso scelti e apprezzati da nomi come la Wintour, Penelope Cruz, Eugenie Niarchos, Olivia Palermo, Victoria Beckam, Bianca Brandolini e molte altre.

E la magia continua con la prima collezione Houte Co uture 2011-2012, che ha a dir poco incantato e fatto sognare i presenti e che, per la sua caratteristica di presentare abiti senza tempo e senza stagione è stata nominata Collezione Numero 1.

Le favole più belle sono caratterizzate sempre da una storia d’amore e, come firmare meglio il nostro “ e vissero per sempre felice e contenti” se non con un abito da sposa di GBV, unico e irripetibile poiché cucito a mano?

E’ vero non sempre i sogni possono diventare realtà, ma sicuramente la collaborazione che unirà Giambattista Valli e Macy’s per una collezione low cost, non potrà che rappresentare un rettilineo per il nostro traguardo.

Una donna in Valli è semplicemente una donna in Valli.